Secondo tempo in acustica nella Capitale

Il convegno in materia acustica prosegue il suo viaggio lungo la penisola italiana, destinazione la Capitale.

Si raggiunge così la regale sede di Casale Realmonte in cui noi esperti si mettono a disposizione dei professionisti in sala che, a differenza del capoluogo toscano, sono digiuni di una materia ferrea a riguardo e hanno sete di conoscenza per risolvere le numerose cause che nascono per una scorretta progettazione acustica.

Soluzioni integrate di design per l’isolamento acustico vengono illustrate approfondendo numerosi aspetti e rispondendo alle esigenze della platea dimostratasi fin da subito molto interessata a fruire delle competenze dei tecnici specialistici presenti per loro, per informare e formare correttamente.

Introduce l’argomento Mauro Severi, responsabile Area Strategica Progettisti Sud Italia per Finstral, che con savoir fair ed esperienza tecnica snocciola uno dei nodi critici per l’isolamento se non scelto con criterio e soprattutto se non posato correttamente: il serramento. Ci dimostra come deve avvenire la corretta posa in opera, le sue fasi e accorgimenti, i differenti vetri acustici e Best Practice nel settore attraverso un caso studio riuscito: il Klima Hotel Fiera Milano.

A seguire ci addentriamo nel cuore della materia con una lezione a due voci e quattro mani, un dialogo tra saperi esperti: l’architetto Alessia Griginis, progettista titolare studio ONLECO e l’ingegnere Fabrizio Bronuzzi, Politecnico di Torino, entrambi tecnici competenti in acustica.

L’architetto Alessia Griginis introduce la parte normativa sempre più cogente ed importante per i professionisti romani, i quali sembrano essere lontani dalle direttive dei Comuni più a nord. Passiamo attraverso casi studio a dimostrare come si deve pensare mentre progettiamo, quali sono le analisi e le verifiche che vanno condotte affidandosi sempre a tecnici esperti.

Descrizioni accurate di ambienti e di stratigrafie ad hoc di edifici ex novo e accorgimenti da effettuare nei casi di ristrutturazione per non trovarsi in difficoltà nel successivo collaudo che spesso porta a cause giudiziarie e un costo per l’adeguamento notevole. Trattati uno ad uno la facciata, le pareti divisorie, i solai interpiano e la copertura con interscambio continuo con la platea e i casi relativi al proprio studio professionale: questo l’obiettivo, l’utilità dell’incontro per il partecipante in formazione.

Ci svela la parte relativa al collaudo acustico con strumentazione alla mano, l’ingegnere Fabrizio Bronuzzi, il quale tiene viva l’attenzione con “rumori” alla mano e rilevamenti in sala a dimostrazione di cosa avviene quando il tecnico competente in materia viene a verificare l’operato. Con l’esperienza del laboratorio di analisi del Politecnico di Torino dimostra la misura in opera del fonoisolamento dando suggerimenti utili ai professionisti per una corretta progettazione e supervisione in cantiere.

Tra analisi, calcoli e verifiche una golosa pausa caffè rigenera le batterie e al termine un ricco ed apprezzato aperitivo conclude in bellezza l’esperienza romana.

Il convegno è parte del progetto Design Efficiente.

“In un’epoca rumorosa come la nostra, il non poter chiudere le orecchie così come ci è possibile chiudere gli occhi, diventa un non trascurabile difetto”

cit. Giovanni Soriano

By | 2016-12-04T14:30:51+02:00 Ottobre 25th, 2016|Senza categoria|0 Comments